Di norma l’esito di una trattativa dipende in gran parte dai primi 90 secondi in cui ci si presenta: nello specifico parliamo di come proporre un immobile per garantire la sua “prima buona impressione” attraverso uno strumento di marketing chiamato home staging.

L’home staging definisce le azioni preliminari di preparazione di un immobile, per la sua immissione sul mercato immobiliare, seguendo una strategia che garantisca tutte le opportunità per una sua veloce e proficua collocazione.


Negli Stati Uniti è ormai uno standard del marketing immobiliare, applicato da tutti gli operatori del settore come servizio di consulenza. Da circa vent’anni, la pratica dell’home staging si è sviluppata anche nei mercati immobiliari europei. In Italia, in particolare, gli operatori del settore più innovatori offrono ai propri clienti l’opportunità di avvalersi di questo strumento per garantire una maggiore possibilità di vendita o locazione. 

L’obiettivo è quello di far in modo che il compratore o locatore focalizzi la sua attenzione sulle vere caratteristiche dell’immobile.

I vantaggi per un immobile preparato secondo la tecnica dell’home staging sono notevoli:

  • ottimizza il lavoro dell’agente immobiliare perché un immobile, pulito ed in ordine, con evidenziati i propri lati positivi, permette al potenziale acquirente di capirne subito le sue potenzialità;
  • incrementa il suo valore: un immobile ben presentato e valorizzato fa si che sia valutato al meglio dal possibile compratore;
  • intensifica le visite: ben preparato, l’immobile permetterà di realizzare splendide foto per la sua presentazione anche sul web in modo da attirare più facilmente lo sguardo del compratore e motivarlo alla visita;
  • riduce il tempo di permanenza sul mercato con un conseguente miglioramento della sua valutazione: è statisticamente accertato che l’home staging aumenta dell’80% la possibilità di collocazione di un immobile.

Grazie all’home staging un immobile si vende in breve tempo e con il miglior guadagno.

Certo è un investimento: normalmente si aggira intorno all’1% del valore dell’immobile, comunque nettamente inferiore rispetto alla riduzione di prezzo che questo incontrerebbe stando sul mercato per un periodo di tempo più lungo.

Per tutti coloro che non sono disposti ad investire queste cifre per eseguire fisicamente questi interventi, si può optare per un’azione di home staging virtuale. 

Attraverso software specialistici, si possono creare realistiche ambientazioni moderne ed accattivanti, anche relativamente ad immobili degli anni Cinquanta, vuoti o con arredi obsoleti.

Un altro grande vantaggio del digital home staging è il costo: un esiguo investimento consente di valorizzare virtualmente ogni ambiente dell’immobile, con nuove pitture, arredi ed anche piccoli restauri per far apprezzare ancora meglio le sue potenzialità.

Il mercato immobiliare è cambiato e le dinamiche di vendita e locazione si devono adeguare alle nuove esigenze.

Silvia Pellegrini

“Non c’è mai una seconda occasione per fare una buona impressione” (cit. Oscar Wilde)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *