Nella presentazione di un nuovo progetto, nonostante le belle immagini renderizzate e proiettate su maxi schermi, il cliente comprende e immagina quanto proposto facendo generalmente un certo sforzo di astrazione mentale. Non sarebbe meraviglioso se potesse vivere un’esperienza diretta e immersiva negli spazi che gli abbiamo ideato?

Tutto ciò oggi è possibile grazie alla realtà virtuale che, attraverso strumenti tecnologici e software specialistici, ci permette di entrare e camminare all’interno dei progetti, potendo anche apportare modifiche con semplici gesti.

La realtà virtuale ormai è alla portata di tutti grazie all’invenzione dei visori a basso costo pensati per il mondo dei video games, che permettono di immergersi con vista e udito in un ambiente creato dal software. Il grande vantaggio è che attraverso l’immersione sensoriale si percepiscono proporzioni e dimensioni in modo reale, ciò che le rappresentazioni grafiche in 2D o 3D non riescono a suggerire.

Questa tecnologia aiuta non solo i clienti nella comprensione degli ambienti ma anche i progettisti a non commettere errori: indossando il visore si ha la sensazione di trovarsi e muoversi all’interno dell’ambiente virtuale simile alla realtà, quindi si può approvare un progetto con maggior consapevolezza. Infatti per i progettisti, costruttori e professionisti immobiliari diventa un vero e proprio strumento di marketing efficace perché agevola la vendita di progetti immobiliari.

Il grande limite allo sviluppo della realtà virtuale è legato alla diffidenza e inesperienza della maggior parte dei professionisti nell’utilizzare software che trasformano i progetti 3D in realtà virtuale. Nel frattempo è un continuo nascere di società specializzate in questa nuova tecnologia a supporto di progettisti e immobiliari.

Pur capendo le potenzialità di questo strumento, sono ancora molti i tecnici del mestiere restii a utilizzarlo.

Quando si progettano spazi abitativi, vanno ascoltate e soddisfatte le esigenze del cliente. Proprio per questo non si può rimanere sordi alle sue necessità di comprendere e immaginarsi all’interno del progetto che sogna.

 

Quindi, visto che per accontentare veramente il cliente bisogna mettersi nelle sue scarpe, la scelta deve ricadere su un software di realtà virtuale facile, intuitivo e veloce con librerie aggiornate dei più grandi produttori: d’altronde non si può arrestare il progresso!

Silvia Pellegrini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *